Cosa vedere a Dubai

Un elenco di cosa vedere a Dubai presenta numerosi centri commerciali, grattacieli altissimi e anche una zona che conserva le testimonianze del passato.

Dubai è per molti sinonimo di lusso e di shopping, ed è talmente enorme che all’inizio può sembrare avara di cose da vedere. Ma le cose non stanno proprio così: nonostante sia sorta praticamente dal nulla in meno di 20 anni, Dubai è letteralmente piena di cose da vedere.

Certo non ci saranno monumenti storici, cittadelle medievali o arte rinascimentale, si parla essenzialmente di architettura moderna, di zone e di quartieri caratteristici per un motivo o per un altro, ma andiamo con ordine.

Per prima cosa occorre sapere che Dubai si estende in lunghezza lungo la costa del Golfo Persico, e misura circa 50 km. All’estremità nord sorge quello che è il nucleo storico della città, la quale si sviluppò lungo le rive del Creek, un braccio di mare che la divideva originariamente in due quartieri, denominati Deira e Bur Dubai.

Oggi naturalmente con il boom dell’economia il Creek ha perso la sua antica e vitale importanza ma Deira e Bur Dubai restano comunque il cuore pulsante della città, dove si possono trovare i souk, il mercato dell’oro e alcuni musei interessanti come il Museo delle Donne e il Dubai Museum, quest’ultimo costruito all’interno del quartiere di Bastakiya, l’antico nucleo della città.

Lungo la Sheikh Zayed Road

Percorrendo la Sheikh Zayed Road, che da Bur Dubai corre parallela alla costa in direzione sud, si fiancheggiano alcune delle attrazioni che hanno reso Dubai una delle mete più incredibili al mondo, tra cui il Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo, costruito nella zona che oggi prende il nome di Downtown Dubai, dove ci si potrà perdere all’interno del Dubai Mall, il centro commerciale più grande del mondo: se i 1200 negozi non bastano c’è spazio anche per installazioni artistiche, 120 tra bar e ristoranti, un enorme acquario, una pista da pattinaggio olimpionica e molto altro ancora.

Fuori dal Dubai Mall non si può proprio perdere lo spettacolo della Dubai Fountain, un insieme di fontane danzanti azionate tutte le sere ogni mezz’ora, che al suono di musica classica, araba o contemporanea disegnano forme magiche ed eteree.

Continuando a percorrere la Sheikh Zayed Road è d’obbligo una fermata al Mall of the Emirates, uno dei centri commerciali più noti in città, casa dello Ski Dubai, una incredibile pista di sci coperta con tanto di impianti di risalita, snow park e spettacolo di pinguini, un’ottimo modo per sfuggire al calore del deserto.

Più o meno all’altezza del Mall of the Emirates, volgendo lo sguardo in direzione del mare non si potrà non notare la maestosa forma a vela del Burj Al Arab, l’hotel più lussuoso del mondo, alto quasi 300 metri e diventato l’icona della città. Siamo nel quartiere di Jumeirah, dove gli hotel a cinque stelle sorgono praticamente uno accanto all’altro, e dove ci si può sdraiare al sole degli Emirati sorseggiando una bibita fresca dopo aver fatto un tuffo nelle belle e azzurre acque del Golfo Persico.

Dubai Marina e Jumeirah

Uno dei quartieri più interessanti e visitati di Dubai è Dubai Marina. E’ sede del porto turistico artificiale più grande del mondo, ci sono due passeggiate pedonali e una bellissima spiaggia attrezzata e dotata di tutti i comfort.

E’ qui che i turisti amano passare le loro giornate di relax, tra un cocktail e una nuotata. Sullo sfondo la forma inconfondibile dell’Atlantis, l’hotel costruito sulla punta di Palm Jumeirah, l’isola artificiale a forma di palma che ha modificato la costa di Dubai in modo davvero unico e inimitabile.

Palm Jumeirah è costellata di alberghi di lusso, tutti dotati di spiaggia privata, ma per visitarla si può prendere la Dubai Monorail, una monorotaia sopraelevata molto panoramica che consente di ammirare questa parte della città da una prospettiva privilegiata.

Da non perdere a Dubai

Quartieri di Dubai

Nei dintorni di Dubai