Dubai Zoo

Lo zoo di Dubai, costruito nel quartiere di Jumeirah, è un'attrattiva molto importante per la città e il primo parco zoologico dell'intera penisola araba.

Lo zoo di Dubai, noto anche con il suo nome inglese Dubai Zoo, è il giardino zoologico della città, costruito nel quartiere di Jumeirah, è poco distante dalla spiaggia.

E’ casa di circa 230 specie di animali di tutti i tipi, dalle volpi alle iene, dai puma ai leoni asiatici, ma vi si trovano anche alcune specie in pericolo come le tigri del bengala, i gorilla, il lupo arabico, la tigre siberiana e anche qualche esemplare indigeno. Tra gli uccelli sono molto interessanti l’aquila dorata e i pappagalli, mentre vi trovano posto anche 400 esemplari di rettili.

Lo zoo è relativamente piccolo, la superficie dell’intero parco è di poco meno di 2 ettari e si visita tutto in poco più di un’ora. Una sua caratteristica molto importante è che è la casa di alcuni animali confiscati: alcuni residenti di Dubai sembrano infatti avere un forte desiderio di avere a casa animali proibiti o esotici senza curarsi della loro salute e del loro benessere, e quando vengono abbandonati spesso finiscono proprio allo zoo.

Storia

Il Dubai Zoo fu originariamente costruito da Otto J.Bulart, un residente straniero di Dubai, quando lo sceicco Rashid Bin Maktoum (il precedente governatore di Dubai) gliene concesse la costruzione sull’area di due ettari di sua proprietà nel quartiere di Jumeirah.

Lo zoo era all’epoca un importante attrazione della città perchè era il primo di tutta la penisola araba ed era anche un simbolo distintivo, in quanto segnava il confine sud di Dubai.

Nel 1971 la gestione del Dubai Zoo fu acquisita dalla municipalità cittadina. Inizialmente era la casa soltanto di pochi felini e scimmie, e comprendeva anche un piccolo acquario dove si potevano osservare i pesci della zona e alcuni rettili. Ma tra il 1986 e il 1989 lo zoo fu completamente riprogettato e ricostruito, in un rinnovamento che perdura ancora oggi giorno dopo giorno.

Controversie

Di recente lo zoo di Dubai è stato preso di mira per le condizioni in cui versano gli animali: gli attivisti per i diritti degli animali e persino alcuni hotel incoraggiano i turisti a boicottare la struttura, in quanto le gabbie in cui vivono gli ospiti del parco sono così piccole che essi non possono quasi muoversi.

Dubai Safari

La municipalità di Dubai pianificò la costruzione di un nuovo zoo nella zona di Dubailand, ma nel 2009 il progetto venne sospeso fino a data da destinarsi. Nel 2012 fu però annunciato che gli animali dell’ormai sovraffollato zoo sarebbero stati riposizionati in una zona adibita a safari all’aria aperta nei due anni successivi, risviluppando oltre 100 ettari di terreno nella zona di Al Warqa’a, in quello che sta prendendo forma come Dubai Safari, e che diventerà la casa di oltre 1000 animali provenienti da tutto il mondo, tra cui 350 specie di animali a rischio estinzione.

All’interno del Dubai Safari troveranno posto oltre 100 specie di piante, ognuna delle quali posizionata in diverse aree tematiche (Arabia, Asia, Africa), con oltre 2500 alberi in totale. Le gabbie per gli animali saranno personalizzate secondo il clima della zona, assicurandosi che gli animali siano comodi e ben nutriti.

Ogni gabbia sarà climatizzata in modo naturale e all’interno del Dubai Safari i visitatori potranno girare a piedi oppure utilizzando mezzi di trasporto a energia solare come una monorotaia che consentirà splendide viste dall’alto.

Tra le altre attrazioni del Dubai Safari ci saranno un campo da golf, un giardino botanico e un giardino delle farfalle, oltre naturalmente a ristoranti e punti pranzo. Sono previsti in tutto 3600 posti auto e la costruzione terminerà entro il 2017.

Mappa

Alloggi Dubai Zoo

Cerchi un alloggio in zona Dubai Zoo?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Dubai Zoo
Mostrami i prezzi