Gallerie d’arte di Al-Quoz

Il quartiere di Al Quoz è noto per le sue numerose gallerie d'arte ospitate nei capannoni e dei magazzini della zona industriale attorno ad Alserkal Avenue

Al Quoz è un quartiere di Dubai che per buona parte è formato da un’area residenziale nella parte nord-est e un’area industriale nella parte sud-ovest, ognuna delle quali divisa in 4 zone numerate da 1 a 4. Le aree residenziali di Al Quoz 1,2 e 4 sono in gran parte abitate da famiglie arabe ed emiratine, con case molto ampie e spaziose, mentre la zona 3 è in buona parte industriale.

Dal punto di vista turistico il quartiere di Al Quoz è noto per le sue numerose gallerie d’arte, ospitate nei capannoni e dei magazzini della zona industriale, soprattutto nella zona di Alserkal Avenue, la culla dell’arte contemporanea della città, dove si trova anche il Ramin Salsali Private Museum.

Alserkal Avenue

Alserkal Avenue è una strada situata nella zona industriale di Al Quoz, diventata il distretto artistico e culturale di Dubai. In origine era una zona industriale con 39 capannoni e depositi, ma il distretto si è evoluto quando nel 2008 vide sorgere la prima galleria, la Ayyam Gallery.

Da lì in avanti i capannoni industriali originali si sono convertiti in gallerie d’arte, studio di design, e persino un museo privato e uno spazio per le esibizioni artistiche.

Quando la Carbon 12 Dubai, una delle gallerie d’arte contemporanea più attive nella regione, si trasferì ad Alserkal Avenue nell’ottobre 2009, diede l’impulso ad altre gallerie d’arte, e poco dopo questo agglomerato industriale divenne un punto centrale dell’attività artistica di Dubai.

Oggi Alserkal Avenue è un mix di business industriale e spazi creativi, ed è la sede di 25 tra gallerie d’arte contemporanea, spazi espositivi e mostre permanenti e semipermanenti, tutte attive nel raggio di un isolato: ciò l’ha resa la zona di Dubai e dell’intera regione a più alta densità di gallerie d’arte.

Le gallerie di Alserkal Avenue sono tutte diverse e caratterizzate da programmi individuali di mostre di artisti emergenti ma anche di personalità note nel mondo dell’arte. Esse ospitano esibizioni e mostre ma anche conferenze, discussioni, interviste, eventi vari e persino aste per collezionisti.

Nel marzo 2012 Abdelmonem Bin Eisa Alserkal, responsabile dello sviluppo dell’area, annunciò di voler raddoppiare la dimensione del distretto, aggiungendo 62 unità di varie dimensioni alle 39 già esistenti, aggiungendo anche un centro per gli eventi e un parcheggio, dando così all’intera zona un’estensione di ben 92.000 metri quadri.

Di tutte le gallerie d’arte contemporanea di Alserkal Avenue, due si sono distinte particolarmente: la Gallery Isabelle van den Eynde e la Green Art Gallery sono state selezionate per partecipare all’Art Basel nella sezione Art Statements, per la prima volta nella storia degli Emirati Arabi Uniti.

Salsali Private Museum

Nei pressi di Alserkal Avenue sorge il Salsali Private Museum (SPM), il primo museo privato della città ad ospitare arte contemporanea mediorientale ed internazionale. Il museo fu fondato l’11 novembre del 2011 da Ramin Salsali (un iraniano nato a Teheran nel 1964 che iniziò la sua collezione di opere a soli 21 anni e che da allora non si è mai fermato), e le esibizioni mettono in mostra opere d’arte della sua collezione privata tra dipinti, fotografie, video, sculture e installazioni.

Il museo ospita anche alcune mostre temporanee di artisti da tutto il mondo, ed ha anche la funzione di centro indipendente per i collezionisti d’arte, fornendo un punto di vista ravvicinato (e privilegiato) per l’arte contemporanea mediorientale ed internazionale. La collezione privata di Salsali è composta da oltre 900 opere d’arte.

Il Salsali Private Museum non è soltanto il primo museo privato di arte contemporanea nella regione, ma è anche il primo centro collezionisti al mondo a fornire un servizio gratuito per i collezionisti locali ed internazionali, dando loro l’occasione di conoscersi tra loro, di conoscere gli artisti e l’intera comunità creativa della zona.

Il museo è un contributo allo sviluppo degli Emirati Arabi Uniti e di Dubai in particolare come centro d’arte e cultura nell’intero Medio Oriente, è un vero esempio di responsabilità sociale e collettiva e di impegno di tutti gli individui a contribuire allo sviluppo della creatività in questa comunità.

Lo sceicco Mohammed Bin Rashid Al Maktoum, governatore di Dubai e vice presidente degli Emirati Arabi Uniti, ha riconosciuto ed onorato Ramin Salsali come Patrono delle Arti per 4 anni consecutivi, dal 2010 al 2013, per il suo impegno continuativo e per il suo supporto della comunità artistica di Dubai.

Mappa

Alloggi Gallerie d’arte di Al-Quoz

Cerchi un alloggio in zona Gallerie d’arte di Al-Quoz?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Gallerie d’arte di Al-Quoz
Mostrami i prezzi