Spiagge di Dubai

Le spiagge di Dubai sono numerose e spesso molto ben curate, un ottimo modo per trascorrere una giornata di svago e relax senza uscire dalla città.

Dubai è una città dove le cose da fare e da vedere sono moltissime: si accosta spesso al lusso e ai grattacieli (sebbene siano molto interessanti anche i quartieri tradizionali di Deira e Bur Dubai, con i souk e i luoghi di culto), ma non va dimenticato che giace lungo le coste del Golfo Persico, e diventa quindi naturale sfruttare le palme, le spiagge bianche e il caldo sole degli Emirati Arabi per passare un giorno in completo relax.

Le spiagge di Dubai sono numerose e si dividono essenzialmente in due categorie: le spiagge libere e le spiagge private. Le prime, tra cui Al Mamzar, Jumeirah Beach e The Beach, sono utilizzate sia dai residenti che dai turisti, mentre le seconde sono riservate agli alberghi, spesso di lusso, che si affacciano sul lungomare.

Spiagge pubbliche di Dubai

Inutile dire che queste ultime sono dotate di tutti i comfort, da comodi lettini ad enormi ombrelloni passando per servizi extra quali maggiordomi o guardaspiaggia. Le spiagge pubbliche invece molto spesso non hanno niente di tutto ciò, e il fatto che sono aperte a tutti spesso significa la possibilità di poter incontrare culture diverse e persone interessanti provenienti da ogni parte del mondo.

Chi volesse fare un bagno deve fare attenzione: il mare sembra sempre molto calmo ma ci sono forti correnti e maree. Attenzione dunque specialmente ai bambini. C’è anche la possibilità di incontrare numerose meduse specialmente in alcuni periodi dell’anno.

Tuttavia la maggior parte degli alberghi avvertono la clientela con cartelli scritti in lingua inglese, e se anche così siete insicuri riguardo ad una zona o ad una spiaggia particolare, è sempre meglio chiedere consiglio e non nuotare mai da soli.

Dress code sulle spiagge di Dubai

Dubai è una città molto internazionale e la tolleranza verso i non musulmani è altissima, cosa più unica che rara in un paese arabo. Le spiagge di Dubai seguono questa legge non scritta: le donne possono tranquillamente stare in spiaggia in bikini, è però vietato il topless, sebbene in alcune spiagge frequentate dalla gente del luogo non sia raro vedere donne fare il bagno con il burqini o persino vestite. Ad ogni modo la regola d’oro è quella di guardarsi intorno e agire di conseguenza, magari cambiando spiaggia se si è in imbarazzo.

Al Mamzar Beach Park

Al Mamzar Beach è una bellissima spiaggia situata in zona Deira, che è stata insignita della prestigiosa bandiera blu. Ci sono 5 spiagge artificiali costruite a semicerchio attorno alla costa e la zona è molto battuta dai residenti, anche se ultimamente la stanno scoprendo anche i turisti.

Ogni spiaggia ha zone riparate con spogliatoi e docce, e c’è la possibilità di noleggiare giornalmente interi chalet con area barbecue annessa. Se non è stagione per fare il bagno in mare, se è mosso o se c’è corrente, ad Al Mamzar ci sono anche due grandi piscine. E’ possibile noleggiare lettini e ombrelloni e ci sono anche alcuni bar e negozi.

La spiaggia è controllata, ci sono bagnini e le bandiere segnalano quando è possibile fare il bagno e quando no. Ad Al Mamzar ci sono due giorni, il lunedì e il mercoledì, dedicati alle donne, con la spiaggia soltanto per loro.

Jumeirah Beach Park

Il Jumeirah Beach Park è senza dubbio una tra le spiagge cittadine più apprezzate dai turisti. Si paga un piccolo ingresso per entrare in un parco magnificamente curato, con prati e alberi, che termina in una spiaggia sabbiosa adornata da palme.

Anche Jumeirah Beach Park è bandiera blu, ed è molto comodo da raggiungere in quanto è situato direttamente lungo Jumeirah Beach Road. A entrambi i lati della spiaggia ci sono bar che vendono bevande e snack, ci sono anche docce e bagni e la spiaggia è sorvegliata fino al tramonto.

Nel 2014 la spiaggia è stata temporaneamente chiusa per lavori di rinnovo e per permettere la realizzazione dell’ambizioso Dubai Canal.

Burj Beach

Lungo Jumeirah, subito prima del Burj Al Arab, si trova la spiaggia chiamata Burj Beach. E’ una spiaggia molto larga e lunga da cui si ha un’incomparabile vista sull’albergo più lussuoso del mondo, per questo è presa continuamente d’assalto dai turisti che spesso desiderano soltanto fare una foto dell’hotel a forma di vela, specialmente quando scendono da uno dei bus turistici a due piani che proprio qui effettuano una fermata.

Ecco perchè forse non è il luogo migliore se tutto ciò che si desidera è trascorrere una giornata di relax al mare. Ma la vista del Burj Al Arab è davvero incredibile e merita senz’altro una visita. Ci sono anche alcuni servizi di base come docce e spogliatoi.

The Beach

The Beach è la spiaggia più alla moda di Dubai. E’ frequentata esclusivamente da turisti ed è il cuore pulsante del quartiere di Dubai Marina. Si trova davanti al complesso Jumeirah Beach residence ed è libera, sebbene vi si trovino anche alcuni stabilimenti balneari a pagamento e una sezione riservata ai clienti degli hotel.

C’è la possibilità di noleggiare lettini, ombrelloni, sdraio e asciugamani, ci sono spogliatoi, docce, un percorso pedonale, reti da beach volley e molto altro ancora. Subito dietro si apre una pletora di ristoranti e bar, che si affacciano sulla passeggiata pedonale conferendo all’intera area un aspetto da vera città californiana alla moda, dove i pedoni girano in costume e infradito spesso affiancati da skateboard e pattini.

Le spiagge private

Le spiagge private di Dubai sono spesso riservate ai clienti degli alberghi di lusso. Tutti gli hotel degni di questo nome che si affacciano sul mare, sia esso la costa vera e propria della città, un’isola artificiale o qualsiasi altra cosa abbia dell’acqua, propongono la possibilità di trascorrere delle giornate da re, tra lussuosi lettini e maggiordomi in guanti bianchi.

Tutte le spiagge di Dubai regalano un’atmosfera veramente esclusiva, per una vacanza davvero da sogno. A volte alcuni hotel danno la possibilità di approfittare dei servizi di alto livello delle loro spiagge private anche a coloro che non soggiornano in albergo; naturalmente in questi casi occorre pagare un biglietto d’ingresso, a volte abbordabile altre invece raggiunge anche i 100 euro o più.